AirPods: rivoluzione del Wireless per iPhone

Cuffie Wireless iPhone Apple AirPodsApple è un’azienda nata per stupire il mondo e al suo ultimo Keynote ha realizzato un qualcosa che potremmo definire banale e semplicissimo ma che in un certo senso ha aperto il mondo delle cuffie ad una nuova, innovativa, strada. Come al solito, Apple ha deciso di lanciarci nel futuro, e questa volta si è occupata degli auricolari in ear.

Gli AirPods di Apple, non a caso, sono risultati essere il progetto che più di tutti gli altri è stato capace di attrarre l’attenzione di pubblico e di addetti ai lavori durante tutto l’evento della casa melata, superando sotto molti aspetti anche gli altri prodotti in presentazione. L’idea, sotto molti punti di vista, non è niente di particolarmente geniale, ma proprio questa è la sua genialità. Tutto questo, d’altra parte, è Apple: la semplicità resa sbalorditiva, nulla più.

Andiamo a scoprirle nel dettaglio.

AirPods, rivoluzione per le Cuffie senza fili

Apple sembra proprio non riuscire a fare a meno di rivoluzione il mercato e, questa volta, lo fa in un settore veramente inaspettato ovvero quello delle cuffie.

“Cosa c’entra l’azienda con sede a Cupertino con questo mercato?”, vi starete chiedendo. L’azienda guidata da Tim Cook non ha voluto limitarsi ad entrare nel settore, ma ha voluto stravolgerlo, a modo suo, con un’entrata a piedi uniti che ha sconvolto tutti gli appassionati.

Le AirPods non sono cuffie come tutte le altre. Non sono cuffie che stupiscono per una qualità audio impeccabile ma a stupire è l’idea che si nasconde dietro questo prodotto.

Queste cuffie, infatti, sono cuffie che fanno dire “Bye Bye!” ai jack da 3.5 mm. Si tratta di un modello in ear wireless che ha eliminato lo standard del connettore dai melafonini oltre ad eliminare per sempre i fili.

Come al solito, l’idea di Apple ha alla base un principio fondamentale: la semplicità e l’eleganza, ovvero i marchi di fabbrica sin dalle origini dell’azienda californiana.

Come funzionano le AirPods di Apple?

Questi auricolari, una volta estratti dalla carica, si collegano senza fili a tutti i dispositivi di Apple collegati allo stesso account, e in automatico non appena indossati fanno partire l’audio, mentre, sempre in automatico, si spengono quando si tolgono dalle orecchie. In pratica si tratta di auricolari 2.0! Sono ricchi di ogni tecnologia si possa desiderare su degli auricolari di questo tipo: dall’accelerometro ai sensori ottici, al W1, ovvero il nuovo chip senza fili di casa Apple.

Da queste cuffie si può accedere facilmente a Siri e si possono sfruttare a pieno tutte le funzionalità dell’assistente vocale della mela: dall’invio di SMS, alle chiamate, al controllo del lettore musicale alle ricerche online, tutto passa da Siri e delle nuove AirPods.

Queste cuffie, inoltre, non sono dotate di pulsanti fisici, altra storica rivoluzione di Apple, funzionando esclusivamente con l’accelerometro, picchiettando sugli stessi auricolari.

Passiamo alle note dolenti di questo prodotto. La prima riguarda sicuramente il prezzo: le AirPods costano ben 179 €, una cifra che è un po’ troppo elevata, soprattutto in relazione alla qualità audio fornita.

Nonostante ciò, le cuffie 2.0 di Apple sono un trampolino eccezionale per una tecnologia che ci auguriamo possa diventare presto uno standard e non una “sorpresa”.

Conosci questo modello? Le consiglieresti?