Ecco perché le cuffie Wireless non sono Dannose

La tecnologia Bluetooth è una tecnologia che ormai da tantissimi anni si trova su tutti i nostri smartphone e di cui facciamo tutti un utilizzo costante. Molti di voi, però, non sapranno come funziona nello specifico la tecnologia Bluetooth: andiamo a scoprirla insieme prima di analizzare nello specifico se le cuffie wireless – che utilizzano, per l’appunto, la tecnologia Bluetooth – siano o meno dannose e il perché.

Cuffie Wireless non fanno male

Tecnologia Bluetooth: ecco cos’è

Il bluetooth è uno standard che viene utilizzato tra due dispositivi per lo scambio di dati senza l’utilizzo di cavi e fili di cui sono dotati ormai tutti i nostri smartphone, tutto ciò grazie ad una frequenza radio a corto raggio. Vista l’estrema praticità di questa tecnologia, ormai non ne sono dotati solo gli smartphone, ma anche tutti i nostri tablet, i computer, le stampanti e le fotocamere. E’ molto comoda perché permette lo scambio di moltissimi tipi di file, dai video ai documenti, dai file audio agli mp3, alle foto, ai contatti, e moltissimi altri ancora.

Scegliere le cuffie wireless Bluetooth?

Le cuffie Wireless sono cuffie estremamente utili da utilizzare, perché sicuramente sono le più comode sul mercato. Il termine wireless mutuato dall’inglese, infatti, vuol dire letteralmente “senza fili”, quindi, come facilmente comprensibile, le cuffie senza fili risultano essere molto pratiche, senza l’orpello di dover passare ore a litigare con i fili aggrovigliati e annodati.

Di cuffie wireless ne esistono diverse tipologie. Vi sono le cuffie Wireless a Infrarossi, le più rare da trovare sul mercato perché sono anche le più scomode, in quanto necessitano di una “visibilità” perfetta tra i due dispositivi che devono comunicare tra loro. Poi si trovano le cuffie a radiofrequenza, che sono molto comode soprattutto per chi deve utilizzarle ad ampie distanze, ma necessitano di una base trasmittente.

Infine, le cuffie Bluetooth, sicuramente il massimo in termini di praticità: si tratta di cuffie che non hanno necessità di basi e si possono utilizzare anche con lo smartphone in tasca. Non a caso, Apple per implementare i suoi AirPods ha deciso di privare gli iPhone dei Jack standard: le cuffie wireless bluetooth saranno il futuro del settore.

Perché non fanno male?

Molti si domandano se le cuffie wireless bluetooth siano dannose o meno per la salute. A dar loro risposta una recente intervista a Livescience di John Moulder, in cui il famoso biologo dell’università del Wisconsin ha affermato che “La potenza impiegata nel Bluetooth è semplicemente troppo bassa per danneggiare qualsiasi tessuto biologico con i meccanismi che conosciamo al momento.” Nella chiosa finale, però mette le mani avanti: “Se fosse pericoloso dovrebbe esserlo in modi che nessuno ha mai immaginato”.

L’esperto ha, inoltre, spiegato in termini semplici, che la tecnologia Bluetooth è un po’ come un “Wifi Light”.

Sotto un altro aspetto, inoltre, utilizzare delle cuffie bluetooth è preferibile a tenere lo smartphone appoggiato all’orecchio, in quanto, come spiegato da Kenneth Foster dell’università della Pennsylvania sul Los Angeles Times, l’esposizione che si ha con queste cuffie è di gran lunga inferiore rispetto a quella data dal proprio cellulare.

Conosci questo modello? Le consiglieresti?