Asus HS-W1: Recensione, Prezzi e Specifiche

  • Materiali
  • Ergonomia
  • Specifiche tecniche
  • Qualità del suono

Riassunto

Allo stesso prezzo di queste Asus HS-W1 si trovano cuffie con una qualità audio certamente superiore. Va bene il collegamento wireless, tra l'altro di portata molto limitata, così come alcune chicche interessanti, tipo il microfono che entra in mute semplicemente ruotandolo, ma la qualità del suono di questo prodotto è veramente ridotta ai minimi termini. Ci sono cuffie che costano 10 euro e producono un audio migliore delle HS-W1.

3.6

Cuffie On-Ear Asus HS-W1 Recensione Prezzo Specifiche

Scheda Tecnica

Connessione: Wireless/Bluetooth
Distorsione: inferiore al 3%
Risposta in frequenza: 20 – 20,000 Hz

Asus HS-W1 Headband Cuffie Stereo Wireless con microfono
136 Recensioni
Asus HS-W1 Headband Cuffie Stereo Wireless con microfono
  • Conversazioni chiare e senza interferenze, comfort garantito dai...

  • Design pulito
  • Materiali
  • Rivestimento dei cuscinetti
  • Controlli per il volume sui padiglioni
  • Mute del microfono semplicemente ruotandolo

  • Spinta dei padiglioni sulle orecchie
  • Segnale wireless disturbato oltre i 5 metri
  • Suono di qualità molto scadente


Recensione Completa

Le Asus HS-W1 sono cuffie pensate soprattutto per applicazioni di telefonia e chat, con la comodità della comunicazione wireless e quindi con la possibilità di poterle utilizzare anche a distanza dalla fonte audio.

Il prezzo, di poco superiore ai 50 euro, posiziona le HS-W1 in un fascia di mercato occupata da prodotti di media qualità. Nella confezione è presente il cavo micro-USB per la ricarica e una comoda custodia rigida.

Design & Comfort

Il design delle Asus HS-W1 piacerà a chi ama le linee pulite e l’assenza di fronzoli scenografici. Certo, l’azienda taiwanese non rinuncia mai agli inserti rossi che tanto l’appassionano, ma le linee pulite, l’archetto sottile e la rifinitura lucida del coperchio dei padiglioni donano un bell’effetto e una discreta eleganza.

Nella sezione inferiore, l’archetto presenta una leggera imbottitura, abbastanza minimale va detto. Un piccolo inserto in alluminio fa da elemento di congiunzione della struttura portante ai padiglioni, piuttosto piccoli e con un cuscinetto ben più ampio del padiglione stesso.

I cuscinetti sono rivestiti di un ottimo materiale siliconico, fresco e molto soffice. Il microfono è piuttosto massiccio, come nella tradizione della casa, ma ha la comodità di mettersi in mute quando viene ruotato. Sul padiglione destro sono presenti anche due tasti per la regolazione del volume delle cuffie.

Il cavo micro-USB presente nella confezione serve a ricaricare la pila interna necessaria al funzionamento del sistema wireless, ma consente l’utilizzo delle cuffie anche durante la ricarica. Purtroppo è veramente molto corto e quindi inutilizzabile in questo modo a meno di trovarsi vicinissimi ad una porta USB.

Una volta indossate le Asus HS-W1 si dimostrano sufficientemente leggere ed il materiale di rivestimento dei cuscinetti conferma le sue qualità, ma è presente una fortissima spinta laterale che difficilmente può consentire lunghe sedute d’ascolto.

In effetti osservando il sistema di aggancio dei padiglioni all’archetto, ci si rende conto di come sia proprio la struttura stessa delle cuffie a generare una spinta così decisa. Insomma, le HS-W1 possono andar bene per chiamate veloci o brevi sessioni di chat, niente di più. La ricezione del segnale wireless è buona fino a 5/6 metri, oltre cominciano a sentirsi problemi di perdita del segnale, a differenza di quanto dichiarato da Asus che parla di un segnale chiaro anche fino a 15 metri.

Qualità del suono

È difficile immaginare di usare queste cuffie per qualcosa di diverso dai programmi di telefonia come Skype e simili. La qualità del suono prodotto dalle Asus HS-W1 è veramente molto scarsa, come del resto si evince facilmente dalla frequenza di campionamento a 32KHz, ben al di sotto della ormai comune e banale frequenza a 44KHz.

Per capire quanto queste cuffie siano inadatte ad altri contesti, basta sottolineare il fatto che in alcuni casi non viene restituito nessun audio se l’interfaccia abbinata non riesce a campionare suoni almeno a 48KHz. Questo significa che, con alcuni giochi, non permettono di sentire nessun audio.

Lo stesso discorso vale ovviamente per l’ascolto della semplice musica, dove non si farebbe altro che mortificare la registrazione originale. Il suono prodotto dalle HS-W1 è piatto e monocorde, con le frequenze basse appena accennate.

I medi risultano completamente impastati nel suono generale e gli alti mancano del tutto di apertura e brillantezza. Troppo poco per usare queste cuffie al di fuori di una conversazione o comunque oltre la semplice resa della voce. Anche il microfono offre veramente poco. L’interlocutore sentirà un suono molto metallico e spostato interamente sulle frequenze più elevate.

Video Recensione

Leggi la nostra Disclaimer sui Prezzi.

Conosci questo modello? Le consiglieresti?