Audio Technica ATH-AVC200: Recensione e Prezzo

  • Materiali
  • Ergonomia
  • Specifiche tecniche
  • Qualità del suono

Riassunto

Le Audio Technica ATH-AVC200 sono un buon punto di partenza per tutti coloro che hanno deciso di iniziare a conoscere il mondo dell'audio, salendo di livello dalla canonica cuffia da smartphone verso qualcosa di più particolare con cui ascoltare musica e vedere film. Naturalmente è possibile anche dedicarsi alla produzione e al missaggio (se proprio non avete budget per dei modelli più performanti) con questo modello, ma sappiate che purtroppo andate incontro a molte problematiche dovute alla sua scarsa precisione. Per chi si appresta a muoversi nel settore, possono essere un primo step, ma non contateci troppo perché avrete a breve bisogno di andare su qualcosa di più professionale!

3.2

Cuffie over-ear Audio Technica ATH-AVC200 Recensione e Prezzo

Scheda Tecnica

Risposta in frequenza: 20 – 22,000 Hz
Massima potenza in ingresso: 500 mW at 1 kHz
Sensibilità: 100 dB
Impedenza: 40 ohms
Peso: 210 g

Audio-Technica ATH-AVC200 Black Circumaural Head-band headphone -...
  • Nuovo progettato per i driver da 40 mm riproducono esattamente...
  • Archetto regolabile supporto fornisce confortevole anche durante...
  • Ampia fascia assicura vestibilità comoda e stabile

  • Rapporto prezzo qualità ottimo, sono cuffie economiche che raggiungono standard di base con molta efficienza
  • Ottime cuffie per l'ascolto casalingo e punto di partenza per il neofita che vuole interessarsi all'audio
  • Bassi pieni e alte cristalline, medie pulite: suono particolarmente equilibrato per una cuffia entry level

  • Non sono un prodotto professionale, per cui fare mixing o cercare sfumature a livello di suono tramite esse è eccessivo
  • Ascoltare audio troppo complessi potrebbe risultare complicato
  • Design spartano e poche features


Recensione Completa

Poter offrire ottime prestazioni in termini di riproduzione sonora a costi assolutamente ridotti è una dei punti di forza di Audio Technica, che continua saggiamente ad operare in questa direzione proponendo le ATH-AVC200, un ottimo prodotto entry level con cui la casa giapponese conta di guadagnare fette di mercato.

Naturalmente parliamo di un paio di cuffie non performante ai massimi livelli ma che può essere un ottimo punto di partenza per qualsiasi neofita, o per l’utente occasione che vuole godersi della buona musica risparmiando, senza preoccuparsi eccessivamente della fedeltà.

Design e Comfort

Le Audio Technica ATH-AVC200 sono esteticamente semplici, minimali senza troppi fronzoli e si presentano con un nero elegante che non lascia troppo spazio a fioriture d’apparenza. Non dimostrano di avere grossi problemi in termini di stabilità, anche se siamo lontanissimi da alcuni standard di comodità che la casa di produzione giapponese ci ha permesso di riscontrare in esemplari professionali di fascia più alta.

Piccolo consiglio per risparmiare: dai un'occhiata a nel formato Compralo Subito o in Asta, potresti fare un affare!

I pad sono abbastanza grandi, i materiali di cui sono rivestiti non sono naturalmente quelli presenti in modelli di fascia superiore ma risultano comunque non fastidiosi anche se si utilizzano per periodi di tempo lunghi. La struttura è flessibile quanto basta ed è resistente.

La pressione esercitata sul capo non è di certo fastidiosa e indossarle non è sicuramente un’esperienza spiacevole. Il cavo jack integrato è lungo 3 metri ed è da 3.5 mm, aumentabile fino a 6.5mm (tramite adattatore, appunto) e permette alla stessa di essere facilmente utilizzato con smartphone, tablet e strumenti da studio professionali.

Le cuffie sono leggerissime (200 grammi) e non dovrebbe essere di certo un problema trasportarle facilmente in giro in borsa.

Qualità di suono

Stabiliamo dall’inizio un punto importante di discussione: per quel che concerne la qualità di suono, non ci si possiamo di certo aspettare miracoli da un paio di cuffie entry level che sono pensate più per un uso domestico entertainment oriented che per un utilizzo professionale.

Nonostante questo, le ATH-AVC200 svolgono la loro funzione in maniera assolutamente egregia, fornendo ottime prestazioni di base soprattutto per quel che concerne generi musicali più commerciali, come la pop music o il rock classico. Scordatevi però di cercare sfumature sonore particolari in soundstage complessi con questo modello, che comunque offre dei bassi assolutamente pieni e delle alte cristalline.

Menzione particolare per i nuovi driver di casa Audio Technica che risaltano delle medie frequenze chiare e pulite, offrendo un suono decisamente molto equilibrato sempre considerata la fascia di mercato in cui questo supporto viene collocato e le sue pretese in termini di prestazioni.

Anche l’isolamento del rumore esterno non è granché, ma non potevamo di certo aspettarci questo genere di cose da un modello che raggiunge tranquillamente buonissimi standard di base, offrendo un’esperienza di ascolto positiva considerato il prezzo a cui viene commercializzato.

Leggi la nostra Disclaimer sui Prezzi.

Conosci queste cuffie? Le consiglieresti?